Sei in : Home -> Notizie
NOTIZIE

I Nomadi in concerto a Torricella Sicura
Data di pubblicazione: 04/07/2011
I Nomadi in concerto a Torricella Sicura

La Pro Loco di Torricella Sicura (Te) ha organizzato, in collaborazione con la Protezione Civile, le Associazioni e le Amministrazioni locali, un concerto che rientra nel "Progetto Nomadi:un giorno insieme alle porte del Parco" e che vede protagonisti il gruppo musicale "Nomadi" e i ragazzi diversamente abili.

Sono state coinvolte nel progetto diverse associazioni come “AGAVE” di Sant’Egidio alla Vibrata e “IMPRONTE D.G.A.M.M.A.” onlus di Teramo. I ragazzi, insieme alle loro famiglie, passeranno una giornata intensamente ecologica, a contatto con la natura e alla riscoperta dei paesaggi montani.

Inoltre, potranno partecipare gratuitamente al concerto che si svolgerà in serata (apertura cancelli ore 18.00) nel campo sportivo comunale del paese ed avranno la possibilità di conoscere i componenti del gruppo.

"La scelta ddell'esibizione di una band ricade sui "Nomadi",- spiega il presidente della pro loco Enrico D'Andrea- perchè da sempre impegnati nel sociale in tutto il mondo".

"La grossa attrazione che provoca da tempo l’evento del concerto dei Nomadi, - aggiunge il responsabile del Progetto Sociale Gianfranco Di Giampietro - sarà occasione, per le associazioni stesse, di raccolta fondi per le proprie attività di sostegno ai ragazzi disabili e alle proprie famiglie."

In più, questa giornata sarà occasione per promuovere, far conoscere e valorizzare le bellezze paesaggistiche delle colline teramane che per la loro collocazione  si apre ad uno scenario naturalistico particolare ed unico, tipico dei monti della Laga. 

"Siamo convinti quindi che il connubio , NOMADI- SOLIDARIETA'-AMBIENTE, sia la formula vincente per lanciare un messaggio di speranza per il nostro territorio, - dicono D'Andrea e Di Giampietro - per le problematiche che lo attanagliano e per le persone che lo vivono, il tutto scavalcando le scelte dettate da barriere di appartenenza politica, di religione e di economia di mercato. Bisogna andare avanti nonostante tutto. - concludono - Ma ricordiamoci di farlo tenendoci mano nella mano.


(Ufficio Stampa CML zona "M")



Home Home    Indietro Indietro